www.aislasardegna.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

L’Iss approva sperimentazione su due pazienti Sla presso A.O.U. S. Martino" di Genova

L’Istituto Superiore di Sanità ha recentemente approvato la sperimentazione del trattamento con ciclofosfamide seguito da trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche su pazienti affetti da SLA. La sperimentazione, promossa dal Centro NEMO e coordinata dall’A.O.U. S.Martino di Genova, si basa sull’ipotesi che fattori immunitari influiscano sulla patogenesi della malattia ed era da tempo attesa dalla comunità dei malati. Inizialmente proposta come studio multicentrico in sette diverse sedi su 28 pazienti, è stata per il momento autorizzata su 2 soggetti nella sola sede di Genova, con criteri di inclusione particolarmente restrittivi: tale impostazione è stata suggerita a tutela dei pazienti stessi, vista la potenziale pericolosità di un trattamento di intensa immunosoppressione su una popolazione di malati che potrebbero essere particolarmente soggetti a complicanze infettive secondarie alla depressione immunitaria.
Lo studio si propone di valutare la sicurezza del trattamento, l’andamento clinico della malattia ed eventuali variazioni di marcatori biologici quali sottopopolazioni linfocitarie, prima e dopo il trattamento stesso.
Ci si propone di procedere al trattamento non appena il comitato etico avrà a sua volta approvato il protocollo, nella speranza che i risultati di buona tollerabilità e sicurezza della procedura possano indurre ad estenderla ad una popolazione più numerosa di pazienti.

Dr.ssa Claudia Caponnetto (Clinica Neurologica Aou S. Martino di Genova)

Presidente Commissione Medico-Scientifica Aisla Onlus

 

Gallery